Progetto RICH

Tra i 13 progetti vincitori del bando 2020 “Economia Circolare: ricerca per un futuro sostenibile” di Fondazione Cariplo, troviamo il progetto RICH – Turning Rubbish Into biobased materials: a sustainable CHain for the full valorization of organic waste.

La gestione dei rifiuti rappresenta ad oggi una delle sfide globali più urgenti e svolge un ruolo chiave nel supportare uno sviluppo sostenibile. Stiamo infatti assistendo ad un rapido aumento dei rifiuti prodotti a causa di una popolazione in crescita e, contemporaneamente, ad un esaurimento delle risorse naturali. In questo scenario, diventa urgente favorire la transizione verso modelli di economia circolare incentrati su “chiudere il ciclo”, attraverso la valorizzazione dei rifiuti. In particolare, il riciclo della frazione organica dei rifiuti urbani (FORSU) viene spesso trascurato poiché il valore percepito è inferiore rispetto a quello di altri materiali, quali plastica, vetro o metallo. Tuttavia, un trattamento appropriato della FORSU potrebbe comportare un significativo miglioramento dell’intero sistema di gestione dei rifiuti, contribuendo alla riduzione degli effetti negativi sull’ambiente e sulla salute pubblica generati da pratiche di smaltimento inappropriate e trattamenti di scarsa qualità.

È proprio in tale contesto che si inserisce il progetto RICH che, riunendo l’expertise di un gruppo di ricerca interdisciplinare, intende indagare l’utilizzo delle larve della mosca soldato, Hermetia illucens, per convertire rifiuti organici di basso valore in biomolecole per generare prodotti innovativi. In particolare, il progetto mira a sviluppare una filiera innovativa ed integrata di economia circolare che, partendo dalla biotrasformazione della FORSU, consenta la produzione mirata di materiali bio-based ad elevato valore tecnologico ed ecocompatibili, quali bioplastiche e altri materiali avanzati a base di proteine, ​​e lipidi per la produzione di biocarburanti.

OBIETTIVI STRATEGICI:

  • Sviluppo di un sistema di biotrasformazione della FORSU mediata da insetti. I rifiuti organici saranno valorizzati attraverso un approccio innovativo che ne consente la bioconversione da parte di larve di mosca soldato
  • Sviluppo di un processo mirato di estrazione e separazione finalizzato al recupero delle principali biomolecole, ovvero lipidi e proteine, per un’ulteriore valorizzazione
  • Sviluppo di un processo innovativo e affidabile per la produzione di materiali a base di proteine ​​e loro caratterizzazione per l’ottenimento di film bioplastici
  • Valorizzazione di altri prodotti derivati ​​da insetti, quali l’utilizzo del contenuto lipidico per la produzione di biodiesel
  • Valutazione dell’impatto ambientale e socioeconomico della filiera al fine di valutare l’attrattività sul mercato dei prodotti derivati ​​dal progetto ed i benefici ambientali derivanti dalla filiera.

PARTNERS DI PROGETTO:

  • Università degli Studi dell’Insubria (capofila di progetto): Dipartimento di Biotecnologie e Scienze della Vita; Dipartimento di Scienze Teoriche e Applicate; Dipartimento di Economia.
  • Università degli Studi di Milano: Dipartimento di Bioscienze
  • Politecnico di Milano: Dipartimento di Chimica, Materiali e Ingegneria Chimica “Giulio Natta”
  • Deutsches Institut für Kautschuktechnologie e. V.